Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player


Lunedì, 16 Maggio 2011 07:18

Prima del Processo 32° Puntata

a cura di Antonella Biscardi

prima

Puntata di Lunedì 16 Maggio in onda su 7Gold dalle 20.30 alle 21:15.
Ecco gli argomenti trattati:

campionissimo

I CAMPIONISSIMI

della settimana

1.          ASAMOAH (Udinese)


2.          ETO’O (Inter)


3.          GIOVINCO (Parma)


4.          ROBINHO (Milan)


5.          ROCCHI (Lazio)

Il vincitore del Campionissimo del 9 Maggio è Di Natale

Potete votare per il vostro Campionissimo fino al 23 maggio mandando una e-mail con il nome prescelto a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.




Viaggio virtuale attraverso i più famosi SITI WEB delle squadre di calcio estere

COPPA AMERICA




profili
Il PROFILO della settimana


Il Libro della settimana

DONNE, VODKA E GULAG
Eduard Streltsov, il campione

di Marco Iaria

Negli anni Cinquanta, Eduard Streltsov era una giovane stella della Torpedo Mosca e della Nazionale sovietica. Ciuffo e spirito ribelle, vodka a volontà, vita notturna e avventure amorose. Bello e pericolosamente "occidentale" per il regime. Così nel 1958, a soli 20 anni, alla vigilia della Coppa del Mondo, si trovò a dover affrontare la partita più difficile della sua vita. Un’accusa di violenza sessuale e una scelta: proclamarsi colpevole e volare in Svezia a sfidare Pelé, come gli fu promesso dalle autorità, oppure gridare la sua innocenza? Sullo sfondo il controverso rapporto fra sport e comunismo. Donne vodka e gulag di Marco Iaria, racconta la carriera spezzata di uno dei più grandi talenti del calcio russo. Dai precoci successi, alle macchinazioni dell’establishment, il giallo attorno al processo per stupro, i 5 anni trascorsi nel gulag, dove riuscì a sopravvivere giocando a calcio, fino al clamoroso ritorno in campo guidando la Torpedo al titolo nazionale. Streltsov disse addio al calcio giocato a 33 anni, per spegnersi poi a soli 53, dopo aver giurato alla propria famiglia di essere innocente di quel reato che gli distrusse prima la carriera e poi la vita. Ma ancora adesso là si parla del suo colpo di tacco: il “Colpo alla Streltsov”.




Realizzata  dal Centro Coordinamento Inter Club, per festeggiare il mezzo secolo di attività, porterà a pochi passi da voi il 23 Maggio ad Abbiategrasso, la coppa vinta allo stadio 'Santiago Bernabeu'. Mettersi in posa, come hanno fatto Javier Zanetti e compagni nel maggio 2010, darà felicità a tutti i cuori nerazzurri e a tanti, tantissimi bambini già seguiti da Inter Campus e dall'UNICEF, compagni di viaggio fedeli dell'iniziativa: il ricavato della raccolta fondi sarà infatti devoluto ai progetti di protezione dei bambini che il Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia realizza nei Paesi dove è già attiva F.C. Internazionale con il suo programma di intervento sociale e sportivo non agonistico.




Per scriverci, anche durante la diretta, inviateci una email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Copyright 2009 Il Processo di Biscardi - Multimedia Communication P.iva 05276471009 - vietata la riproduzione - Condizioni Generalia website by Giuseppe Galliano